domenica 1 dicembre 2013

700 - tutto sulle stampe: dalla nascita, al packaging, alla spedizione

Mi rendo conto scrivendone il numero nel titolo che si tratta del mio settecentesimo post! Però, ne avevo di cose da dire!  E grazie a tutti voi che per settecento volte siete passati da qui :)

E per il mio settecentesimo aggiornamento di questo blog vorrei parlarvi delle mie stampe, ma questa volta in maniera davvero molto dettagliata. 
Voglio descrivervi tutto il processo che uso per prepararle, stamparle, impacchettarle, spedirle, fotografando e descrivendo ogni passaggio. Quasi una sorta di tutorial. 
Sperando possa interessarvi e magari anche esservi utile.

***

Questo pomeriggio, ho preparato tre delle mie stampe, in partenza per Roma. 
Ed ecco come è avvenuto, e come avviene ogni volta, tutto il processo.


Ogni stampa inizia, oltre che con un dipinto da stampare, con una buona carta su cui stamparle. Partiamo da qui.
Dalla carta.


Questa è quella che ho scelto e uso io: Albrecht Dürer di Hahnemühle.
Volevo una carta pesante, ruvida, opaca, di colore bianco naturale, acid-free, con una trama filigranata simile alle bellissime carte per acquarello. 
Mi sono molto informata e ne ho provate molte, prima di trovare quella che stavo cercando. 
E' una carta pregiata, che non si trova facilmente in commercio. Io l'ho trovata e me la procuro presso un rivenditore di Milano. Ogni scatola contiene 25 fogli.


Per preparare l'immagine alla stampa utilizzo il programma Aperture di Apple. 
E' uno dei tanti disponibili, c'è una vasta scelta in questo senso. Non essendo però io molto tecnologica mi sono fermata a questo che trovo facile e immediato da usare. 
Per ogni immagine scelgo la definizione migliore (che possiedo solo io: le immagini che pubblico su internet sono tutte a bassissima definizione; stampate produrrebbero una resa grafica sgranata, sfuocata, molto scarsa; questo è ovviamente un modo per proteggere la proprietà del copyright e garantire a chi le acquisterà di possedere una stampa certificata di alta qualità), le dimensioni, imposto i giusti parametri, premo invio.
Ciò dà inizio al processo di stampa vero e proprio.



 

Ed eccole le tre stampe preparate oggi che escono dalla stampante.
Si tratta di tre fate che, come dicevo, voleranno verso la capitale.
Io stampo solo su richiesta, dunque ogni volta realizzo le stampe appositamente per voi. 
La stampante che uso è una Epson Stylus R1900, una stampante a getto d'inchiostro, professionale, per immagini di alta qualità.



 Una volta stampate le lascio asciugare qualche minuto, poi in basso a sinistra appongo il titolo.



 Sulla destra invece le autentico con la mia firma.


Eccole tutte e tre assieme :)
E' ora il momento di girarle...



Sul retro infatti, con un timbro ad inchiostro rosso,


 e nuovamente la mia firma,


certifico che si tratta di mie stampe autentiche.


Una volta finito il processo di stampa e autentificazione, inizia quello che le porterà all'invio.
Per prima cosa compilo la ricevuta di acquisto, che viaggerà con le stampe stesse.



Dopodiché, per renderle sicure al cento per cento, prendo una tavoletta di compensato (me le faccio appositamente tagliare dal falegname) e la unisco alle stampe: serve per rendere la busta più stabile, sicura, in modo che non possano in nessun modo essere piegate o sgualcite.



Adesso metto le stampe, la ricevuta, un paio di biglietti da visita e una sorpresa  che aggiungo sempre come piccolo dono, in una busta di cellophane. (Non l'ho fotografata, la sorpresa,  altrimenti che sorpresa sarebbe :))


Infine, infilo tutto nella busta imbottita a bolle d'aria (io uso le Rajabul di Rajapack).


Scrivo, in due piccole nuvole che disegno ogni volta, l'indirizzo del destinatario e del mittente, metto sopra al mittente un piccolo adesivo che mi identifica e, sovente, personalizzo la busta con un piccolo disegno.
A questo punto le stampe sono pronte per il loro viaggio.
Le spedisco tramite Raccomandata delle Poste, un metodo non velocissimo (4/5 gg per la consegna) ma molto sicuro, in quanto può essere tracciato on line lungo tutto il percorso.

Ed è tutto.
La loro destinataria le sta aspettando.
Io aspetto il loro arrivo con lei :)

(Nel frattenpo sono arrivate, con la loro acquirente molto felice e soddisfatta :))


***

Spero per voi sia stato interessante vedere tutto il processo.

Natale si avvicina,  e una stampa è un dono unico e prezioso.
Magari non ci avevate pensato...
Beh, ci sono io che ve lo ricordo :)


La scelta è vastissima! Quasi tutto il mio repertorio può essere stampato. 
Tra loro potrete trovare l'immagine che parla al vostro cuore o quella che sarebbe perfetta per uno dei vostri cari.
E adesso sapete anche come nascono, come le preparo, come viaggiano: un piccolo valore aggiunto ad un dono prezioso.

Per qualsiasi ulteriore informazione scrivetemi senza alcun impegno.

Un caro saluto, e alla prossima,
Tiziana

16 commenti:

  1. Sì che è stato utile!
    E le fate {ma ogni tu opera} sono un dono prezioso, al di là delle feste ;)
    Buona domenica,

    wenny

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Wenny, sempre cara, come del resto è scritto nel nome :)
      un abbraccio!

      Elimina
  2. Non potevi che dedicarci tutta la cura e l'attenzione che hai mostrato.Meraviglioso ogni dettaglio, per la dedizione che ci metti. Si percepisce l'amore e la voglia di proteggere qualcosa che ti è molto caro. E non poteva essere che così. Oltretutto, considerati i costi di inchiostro, carta, buste, legno, etc. sono pure molto economiche! BravaBravissima comarita mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie comarita bella!
      E grazie che da espertissima quale sei ti sei anche subito resa conto dei costi di produzione (sì, piuttosto importanti).
      E' gratificante per me :)
      Baci!

      Elimina
  3. Le tue opere/ creature, meritano tutta la cura che hai mostrato; ho amato questo racconto per immagini e non ho fatto fatica ad immaginarti lì, intenta a controllare ogni passaggio!
    Un caro abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica, è stato un piacere raccontare come lo è adesso leggere i vostri commenti. Un abbraccio!

      Elimina
  4. Che bellezza Tiziana poter osservare tutto il processo, inoltre molto interessante. Quanta dedizione e quanto amore che metti in ogni passo! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sybille! Sì, ho scelto di fare tutto da sola sia per un discorso di filiera corta e autonomia che mi è sempre caro, sia anche e proprio per poter controllare il processo. Basta una piccola imperfezione, qualcosa che non mi sembra venuto bene come vorrei, e io scarto la stampa già realizzata. Non la butto, perché non si butta niente, poi magari la riciclo facendone un biglietto, o un collage, o qualche altra cosa, ma se non è perfetta non parte.
      E', in ongi modo, la stessa grandissima cura che metti anche tu, e tutte voi che mi avete risposto: evidentemente ci riconosciamo e apprezziamo anche per questo.
      Un abbraccio e a presto!

      Elimina
  5. Ciao Tiziana, sei una ispirazione anche nelle questioni tecniche! e grazie per la condivisione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi fa piacere Annarita :)
      grazie, un abbraccio!

      Elimina
  6. Scopro con piacere che hai anche un blog! Mi sono registrata anche su FB, così non mi perdo gli aggiornamenti. Post interessante e prezioso, non immaginavo che stampassi tu stessa i tuoi lavori...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, e grazie per essere passata anche da qui! Hai anche tu una pagina su FB? Ti cerco? Sì, stampo da sola... Mi piace controllare il processo, e stampando su richietsa non ho il problema di dover fare grossi ordinativi ed avere magari poi troppe giacenze. Un salutone e una buona Domenica!

      Elimina
  7. Ricevere le tue stampe è bellissimo, si percepisce tutta la cura che ci metti!

    RispondiElimina
  8. Complimenti Tiziana ! La carta la conosco è delle migliori e costosissima io la usavo per i miei disegni ad acquarello ... Io a volte dipingo su tela , ma vado a periodi e ad ispirazione del momento, ora sono ferma da un anno e ammiro le tue meraviglie e non è detto che me ne regali una anch'io . Ciao buon lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica! Sì, è costosa e non facile da trovare. A volte mi verrebbe voglia di cambiare, poi però è troppo bella! Quando mi arriva il pacchetto, solo vedere tutti quei fogli, sfiorarli leggermente, mi fa stare bene :)
      Un abbraccio e e a presto!

      Elimina

grazie per i commenti che lascerete :)
seppure non sempre riuscirò a rispondere personalmente a tutti, sappiate che apprezzo molto che qualcuno decida di spendere un po'; del suo tempo a farlo.
tiziana

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

shiny counter