sabato 22 ottobre 2011

570 - perché a me piace Nicoletta Costa

Nicoletta Costa.


occorre che io dica altro? 
o parlano per lei le sue sorprendenti invenzioni?


forse la sua voce è quella di Giulio Coniglio.


la sua leggerezza è quella della Nuvola Olga.

indubbiamente è una maestra. seppure forse un po' distratta, come la sua Margherita.



e nel suo antro la immagino fare bizzarre magie come quelle della Strega Teodora.

Nicoletta Costa è, semplicemente, il sogno creativo che diventa verissima realtà.
illustra il primo libro a dieci anni.
crescendo diventa architetto.
ma, evidentemente,  per fortuna, il famoso tarlo (secondo me erano le voci di tutti i suoi personaggi), è lì che, più che scavare come i comuni tarli, parla. parla all'infinito. intima.
finché Nicoletta ascolta, ripone metri, livelle e tutti quegli altri attrezzi da architetto, e...



cambia i suoi progetti di case con progetti di gatti.


di topi.


di alberi.





di interi mondi.

... c'è bisogno che io aggiunga altro? :)

c'è bisogno che io ricordi che ha pubblicato, in tutto il mondo, centinaia di libri di cui è autrice e illustratrice?
che ha ricevuto, praticamente ovunque, ogni tipo di premio e riconoscimento?
che è l'illustratrice italiana più conosciuta nel mondo?
che i suoi personaggi sono usciti dai libri per diventare giochi, tazze, bijoux, elementi d'arredo e molto altro?
c'è bisogno che io lo dica?
e infatti non l'ho detto ;)

e tutto questo, per essere stata capace di ascoltare le voci che le ripetevano: disegnami, disegnami, disegnamiiii...

***

e adesso, una breve premessa all'intervista che segue.
ho deciso di contattare Nicoletta lo scorso anno, tramite la sua pagina facebook.
mi tremavano un po' le mani mentre componevo il messaggio, pensando ai suoi molti impegni, pensando a chi è.
bene, neanche decimi minuti dopo, avevo la sua risposta: perché no?
(la domanda era una serie di blablabla, blablabla, posso intevistarti? blablabla... in quel blablabla, aveva subito colto la sostanza ;))
le mando le domande, e lei, già anticipandomi che lo farà in varie fasi, inizia a rispondermi.
gentile, naturale, essenziale.
nel frattempo però, l'avevo contattata in tardo autunno, questo si era trasformato in pieno inverno.
che fare? pubblicare fuori stagione, o attendere il ritorno della stagione giusta?
ho scelto questa seconda ipotesi.
e il momento giusto è arrivato: oggi.
giorno in cui vi lascio assieme alle sue parole


***



Il tuo sogno creativo
1- Chi/cosa ti ispira maggiormente?
Sai che non so cosa mi ispira maggiormente?
Credo tutto sommato i bambini, quelli che incontro nei miei incontri nelle biblioteche.

2- Tieni un diario su cui annoti le tue ispirazioni?
Non è un vero e proprio diario. E' un grosso quaderno nero... anzi, una serie di quaderni dove, in treno, scrivo e disegno.
Se li perdo sono perduta, perchè una volta scritte, le idee se ne vanno...

3- Hai progetti futuri, a breve o a lungo termine, di cui ti va di parlare?
C'è il progetto di una serie di cartoni animati con protagonista Giulio coniglio. Credo però di non poterne ancora parlare...



Tu, tutti i giorni
4- Cosa c'è sul tuo comodino?

Sul mio comodino ci sono tanti libri, quaderno nero per le idee notturne e pennarelli.

5- Raccogli/collezioni qualcosa?
Non colleziono nulla in particolare, ma ho un'insana passione per le scatole.

6- Quali sono le tre costanti della tua giornata?
Tre sono forse troppe o troppo poche... c'è un cavallo nella mia giornata, un amico che vedo e curo ogni giorno.



Il tempo, le stagioni
7- Quali suggestioni ti dona l'autunno?

L'autunno mi piace molto. Entrambe le mie figlie sono nate in autunno.
Mi piacciono i colori, sul Carso vicino a Trieste, le foglie rosse del Sommaco... colori strepitosi!

8- Qual è il tuo cibo preferito in questa stagione?
Vado pazza per le castagne!

9- E il capo d'abbigliamento di cui non puoi fare a meno?
Io uso soltanto pantaloni.... possibilmente blu!

10 - E infine la decima domanda. Più che una domanda è un invito a raccontare qualcosa di curioso su di te e/o fare una breve presentazione di te stessa e/o lasciare un saluto e/o dire ciò che vuoi. Insomma, uno spazio libero da occupare come vuoi.
Ti dico solo: complimenti! Sono domande divertenti, per niente scontate o noiose. Ciao!





e gongolando non poco per questo graditissimo apprezzamento, vi lascio i suoi indirizzi ufficiali:
pagina facebook

e una frase, rubata dal suo sito, che ritengo bellissima e vera:

"... I personaggi di Nicoletta vivono ogni giorno piccole “grandi” avventure che aiutano i bambini ad avere fiducia in se stessi. ..."

e chissà quanti sono i bambini che assieme a loro, si sono sentiti più forti, coraggiosi, allegri, invincibili.

***

sostengo e promuovo la creatività femminile. la cura messa nel creare una sciarpa, una torta di compleanno, un paio di orecchini. una serie di bizzarri personaggi. nel distribuire bellezza. sostengo le donne che ogni giorno si ritagliano uno spazio per il loro sogno. sostengo il loro desiderio di vederlo volare, questo sogno. sostengo tutte queste donne. e Nicoletta è una di loro.

***

grazie a Nicoletta Costa per essere stata mia ospite.
grazie a voi che sempre mi fate compagnia.
a tutti un caro saluto, e alla prossima!


6 commenti:

  1. Non la conoscevo ma grazie a te si scoprono sempre nuovi mondi...
    bellissimo questo!Bravissima lei...
    Grazie,sempre grazie.

    RispondiElimina
  2. Ricordo vent’anni fa, quando facevo l’illustratrice (caspita, una bella fetta di vita!) che una tappa fissa, era la fiera del libro per ragazzi a Bologna.
    Già allora, i lavori di Nicoletta Costa, erano presenti e puntuali, negli annuari che premiavano i talenti da ogni parte del mondo.
    L’idea che tu abbia scelto il mio nome per intervistarmi, così come hai fatto con lei, mi emoziona ed inorgoglisce non poco!
    Lo stile di Nicoletta Costa è riconoscibilissimo ed è giusto che gli sia stato tributato il successo che merita.
    Tra le illustrazioni scelte per questo post, quella della pecora in mezzo a tutti quei grafismi d’erba, è quella che preferisco.
    Davvero un’emozione ed un tuffo nel passato.
    Bacione comarita, e grazie :-)
    e°*°

    RispondiElimina
  3. Io ho scoperto Nicoletta Costa in modo piuttosto avventuroso, in una cartolibreria enorme... a Cipro! In realtà stavo cercando tutt'altro, poi mi è caduto l'occhio su dei quaderni coloratissimi pieni di casette con panni stesi, bambini e uccellini con sciarpe svolazzanti e gatti, gatti, gatti (e anche tante lune!). Me ne sono innamorata all'istante. Quella volta ho comprato tutti i quaderni che trovato (una quindicina!) e negli anni ho acquistato libri, taccuini, blocchetti, addirittura degli albi per insegnare ai bambini a disegnare. Poi sono diventata zia, e ora è insieme a Martina che mi delizio di questo mondo poetico e stralunato.
    Grazie Tiziana per l'ennesimo bell'incontro!

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono molto queste illustrazioni, trasmettono vitalitá ed allegria. La cosa giusta per iniziare un giorno piovoso e grigio come oggi! Grazie per la presentazione, buona settimana!

    RispondiElimina
  5. il primo personaggio che ho incontrato e' stata l'oca caterina, nel lontano 2004...mi ricordo esattamente anche il dove e il come....poi e' venuta la nuvola olga...e poi, nel 2006 sono entrati tutti i personaggi e non ci hanno piu' lasciati


    galadriel_68

    RispondiElimina
  6. Bellissima intervista, grazie cara Tiziana! :)

    RispondiElimina

grazie per i commenti che lascerete :)
seppure non sempre riuscirò a rispondere personalmente a tutti, sappiate che apprezzo molto che qualcuno decida di spendere un po'; del suo tempo a farlo.
tiziana

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

shiny counter