venerdì 26 novembre 2010

456 - credeva, e invece era

pensava, era convinto, di essere un brutto brandello di plastica malamente strappato da un sacchetto di patatine e buttato per terra da un incauto passante.
era, invece era, e non lo sapeva, un mago dell'inverno. un principe della neve. uno dei sette cugini di babbo natale.
avanzava fieramente avvolto nel suo rosso manto sotto la più grandiosa delle tormente di neve.
e non lo sapeva!
ma io gliel'ho detto.


12 commenti:

  1. .... è bellissimo!!!
    Altro che riciclo creativo...

    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. Lui il principe della neve, tu la fata del mare....che incontro magico!!
    P.S.la parola di verifica qui sotto è "Boykuyhz"...lo trovo un nome perfetto per un mago della neve, non trovi!?!??? Un bacio

    RispondiElimina
  3. Hai fatto bene a dirglielo.
    Capita a tanti di credere di essere solo un brutto brandello di plastica. Qualcuno poi capisce da solo di essere un mago o un principe, qualcun altro no e bisogna che un'amica glielo faccia notare.
    Dopodiché anche una tormenta di neve assume tutto un altro significato...

    RispondiElimina
  4. intanto grazie care :)

    mugs for two: hai visto? ma soprattutto avresti dovuto vedermi (non tanto me, quanto gli sguardi dei passanti) mentre con assoluta disinvoltura scattavo un intero servizio fotografico ad un brandello di plastica per terra ;)

    monica: (intanto sono felicissima di leggerti così! :)) il nome è semplicemente perfetto.

    barbara: vedi? tu sei andata ancora oltre alle mie parole e al senso del post (come sempre sai fare con il tocco unico e speciale che ormai riconosco come assolutamente tuo).

    RispondiElimina
  5. Tiziana, sei una poetessa. No, anzi, sei una maga poetessa. Non solo trasformi la realtà, ma anche ce la fai leggere trasformata anche a noi. Grazie! Un bacio!

    RispondiElimina
  6. Il cappello di un elfo! :D
    Micy

    RispondiElimina
  7. Ma come mi piace questo tuo leggere la realtà in chiave magica, fiabesca, affettuosa. E sono d'accordo con Barbara: i buoni amici sono preziosi anche perché spesso ci ricordano che non siamo solo brandelli di plastica, ma possiamo essere anche principi e principesse.

    RispondiElimina
  8. grazie ancora care amiche! io prima giocavo e basta. ora i miei giochi li porto qui, dove vengono anche accolti così bene... meglio di così! :)

    RispondiElimina
  9. Questo è il genere di magia che amo di più... quello per cui questo tuo spazio mi ruba ogni volta un sorriso, un pensiero felice... grazie tiziana

    RispondiElimina
  10. Ma è belliiiiiiiiiiiiissssssiiimo!

    RispondiElimina
  11. Ciao! Arrivo in picchiata dal blog di Annarita (La Piccola Bottega dell'Alchimista) che quando un blog lo consiglia lei, non ci si può sbagliare!!! ^^

    E infatti... tra un pò continuerò a leggere gli altri tuoi post, ma questo... è commovente...

    E ti capisco quando dici degli sguardi strani della gente mentre fotografavi il brandello di plastica per terra... anche a me capita... una cosa che vedo solo io mentre tutto il Mondo va avanti per la sua strada... ma che ne sanno loro della Bellezza Assoluta nelle Piccole Cose? :*)

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. appunto, che ne sanno? :)
      grazie Mony, e benvenuta qui da me!

      Elimina

grazie per i commenti che lascerete :)
seppure non sempre riuscirò a rispondere personalmente a tutti, sappiate che apprezzo molto che qualcuno decida di spendere un po'; del suo tempo a farlo.
tiziana

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

shiny counter