lunedì 5 dicembre 2016

781 - Ultimi dipinti nati: donne e gatti, ne abbiamo?

Ne abbiamo, ne abbiamo :)

Si sta facendo sera, le prime gocce di pioggia e un vento leggero fanno volare foglie e capelli. 
"Sentite il battito del mio cuore? Vi tiene al caldo.
Adesso allungo il passo, rientriamo."


Stare al caldo è il titolo di questo romantico dipinto dal sapore autunnale. 
Misura cm 15x15, è realizzato con tecnica mista su cartone Schoellershammer, ed è disponibile nel mio sito.

***

Quell'ora in cui non è più giorno, non è ancora notte.
La casa accogliente, un libro.
"Ci leggi di nuovo Le avventure dei gattini?"


La vita soffice è il titolo di questo tenero dipinto che sa di calore e amicizia.
Misura cm 15x15, è realizzato con tecnica mista su cartone Schoellershammer, ed è disponibile nel mio sito.

***

Una romantica sognatrice, un gatto, un giardino, una sera tiepida, il lieve profumo delle mele, il canto degli uccelli, un quieto e naturale senso di accoglienza.
"È presto per rientrare. Restiamo ancora."


L'albero di mele è il titolo di questo sognante dipinto che sa di sere tiepide e giardini segreti.
Misura cm 15x15, è realizzato con tecnica mista su cartone Schoellershammer, ed è disponibile nel mio sito.

***

È il tardo pomeriggio di un giorno d'inverno. Fuori è buio e freddo ma qui a casa siamo avvolti in un piacevole tepore mentre i rumori del mondo arrivano filtrati dalla finestra.  Non è ancora il momento di preparare la cena, e tante cose si potrebbero ancora fare. Leggere, ascoltare musica, ballare, sfogliare una rivista, scrivere, uscire per una passeggiata, telefonare.
Ma perché poi? Stiamo così bene qui, solo un momento, solo io e te, fuori dal tempo come in un sogno, prima che la serata abbia inizio.
"Il mio respiro, il tuo respiro. Sssshhh. Un sonnellino, solo un sonnellino."


Silenziosa benedizione è il titolo di questo sognante dipinto che sa di gratitudine e calore.
Misura cm 15x15, è realizzato con tecnica mista su cartone Schoellershammer, ed è disponibile nel mio sito.

***

Questi quattro piccoli ma preziosi dipinti, quattro gioiellini se mi posso permettere, non vedono l'ora di raggiungere la lora nuova casa e la ragazza (e/o le ragazze) romantiche, sognanti, tenere, e piene di calore che, senza ancora saperlo, li stanno aspettando.

sabato 26 novembre 2016

780 - Ultimi dipinti nati: il lago in autunno, il lago in inverno

Un lago - lo sciabordio dell'acqua, le rive su cui passeggiare, il silenzio.
Una sera - l'acqua che si colora di rosa, i monti che assumono tonalità insolite, un'atmosfare di attesa.
L'autunno - un tè caldo, la casa accogliente, uno scialle in cui avvolgersi.
È tutto qui.
Una sera, in autunno, nuovo originale, cm 30x30, tecnica mista su legno.



A volte, in inverno, i colori diventano proprio così: netti, estremi di cieli scurissimi che si specchiano in un contrasto di acque chiarissime. Le case come sempre stanno in ascolto, mentre sbocciano fiori preziosi.
Fiori invernali, un altro dipinto originale a tema lacustre nato negli ultimi giorni, sempre nella misura cm 30x30, tecnica mista su legno.

E proprio su un lago, il bellissimo lago di Garda, potrete vedere (e volendo acquistare) questi due dipinti, assieme a molti altri presenti nello Studio D'Arte in Via Cairoli 5 a Torri del Benaco (Vr).

A tutte e tutti voi l'augurio di un bellissimo Sabato e al prossimo aggiornamento.

p.s.
Di tutti i miei dipinti è sempre disponibile il formato stampa.
Seppure non li trovate nella pagina relativa, quella che ho appena linkato, scrivetemi, e li stamperò, alle stesse condizioni e allo stesso prezzo, appositamente per voi.

mercoledì 16 novembre 2016

779 - Ultimi dipinti nati: gli angiolini

Riallacciandomi al post precedente, sempre negli scorsi mesi, mi sono stati richiesti alcuni angiolini.

Adoro realizzare gli angiolini, sia per il loro significato - andranno a proteggere, a fare compagnia - sia perché quando lavoro ad un angiolino mi lascio completamente andare al flusso creativo, senza pensare, guidata solo dai gesti e da un moto interiore che va da sè.

E così sono nati:


 L'angiolino di Giacomo, per un piccolo figlio del mare.


L'angiolino di Lucia, pieno della luce che caratterizza il bellissimo nome della sua protetta.


L'angiolino di Andrea Elena, per una bimba sorridente che ama tutta la vita che sta nei colori.


Gli angiolini hanno la misura fissa di cm 15x15, sono realizzati - solo su richiesta - su cartoncino rigido con una tecnica mista di penne e collage, e hanno un costo molto contenuto (65 euro) per essere opere originali e uniche. 

A partire da Gennaio 2017 questi prezzi verranno leggermente ritoccati, così, se desiderate per voi o per una persona cara un angiolino personalizzato, il momento è adesso.

E un nuovo angiolino nascerà.


lunedì 31 ottobre 2016

778 - Ultimi dipinti nati: alcune commissioni

Nella confusione creata dal susseguirsi degli ultimi avvenimenti, non ho più dedicato alcun post al mio lavoro, i miei dipinti, gli ultimi nati.
Sì, perché il mio lavoro amatissimo è sempre proseguito; sono tante le novità che ancora non ho mostrato qui nel blog, per cui da oggi, per rimediare, piano piano, a puntate, un po' per volta, vi mostrerò tutte le immagini raccontando qualcosa di loro.

Durante la scorsa primavera ho creato un dipinto per una bimba che vive su un fiume maestoso, in un paese lontano mille e mille miglia da qui.

Il dipinto si intitola Cataleya's flight, e la sua storia è quella di un dono d'amore da parte di un padre per la sua bambina.
Le sue misure sono di cm 34x40, la tecnica è una tecnica mista su legno.
Il dipinto è adesso nella nursery della piccola Cataleya nella sua bellissima casa sul grande fiume a mille e mille miglia da qui.


Sempre nella tarda primavera ho realizzato un altro dono d'amore.
Questa volta è un dono di sorelle.
Elisa mi ha chiesto di dipingere un quadro come dono speciale per la sorella Eva, con la quale la lega il piccolo immenso mondo d'affetto, condivisione e segreti che unisce due sorelle.
Il suo titolo è Le notti chiare - Sorelle per sempre, le sue misure sono cm 30x30, e la tecnica con cui è stato realizzato è una tecnica mista su legno.


Il terzo dono d'amore è quello di un marito per la carissima moglie.
Raffigura la gatta di casa, Fortunata detta Forty, quarto membro di una splendida famiglia.
La nostra piccola Fortunata Forty misura cm 36x26 ed è realizzato con tecnica mista su cartone rigido Schoellershammer.

Ecco :)
Fine della prima puntata sugli ultimi dipinti nati.

Questa era dedicata tutta ai dipinti realizzati su commissione.

Vi ricordo che se il vostro desiderio è di avere un dipinto creato appositamente per voi, con dentro la vostra storia, i vostri colori, il vostro amore per qualcuno (o perché no, per voi stesse/i) trovate modalità e informazioni in questa pagina del mio sito

Ciascuno di questi tre dipinti è anche disponibile in formato di stampa - seppure non vedete le immagini nella pagina apposita, posso realizzarle in qualunque momento su richiesta, allo stesso prezzo e con le stesse modalità indicate nella pagina stessa.

Un abbraccio e alla prossima puntata sugli ultimi dipinti nati - proprio come nelle serie tv ;)
A presto!

mercoledì 12 ottobre 2016

777 - Racconto d'estate

Non sapevo da dove cominciarla questa storia. So come finisce, ed è proprio il finale che mi rende difficile raccontarla. Per questo ci ho messo così tanto. 
Continuavo a girare e rigirare attorno a queste foto senza trovare il coraggio, la voglia, la forza di guardarle una ad una e provare a raccontarle.
Poi di solito, nelle grandi esitazioni, arriva sempre il giorno in cui dici: va bene, è il momento. Quel giorno è oggi.
Adesso mi siedo qui e ci provo. Ci provo a raccontare.
Seppure non riuscirò bene, per via dei nodi ancora da sciogliere io mi metto qui e ci provo.
Devo farlo: lo devo a chi con pazienza (e vi ringrazio, davvero, dal cuore) continua a seguirmi, lo devo a questo posto nel quale ho condiviso tanto degli ultimi nove anni, lo devo anche a me, che di questo racconto sono stata protagonista indiretta.

Cominciamo dal sole.
Un'estate comincia sempre da lì.

 Il sole di mezzogiorno tra i rami dell'albero di fico nell'orto di mio padre.




Lo stesso sole ha bruciato i campi rendendoli così cari al mio cuore: nella loro essenzialità estrema i campi dell'estate così come quelli dell'inverno si disegnano nettamente come arazzi di bellezza.


Questo casale ha circa quattrocento anni. Ne devono essere successe di cose lì dentro e lì attorno, in tutto questo tempo. E difatti, nonostante la luminosità della giornata questa foto ha in sé una certa dose di misterioso fascino... Come se fosse la prima scena di un libro. O di un film.


La mia mania di raccogliere cose. Questo frammento di legno bicolore stava sul pelo dell'acqua una mattina in cui stavo nuotando. Ho pensato a quanto lunga doveva essere stata la sua storia e al fatto che proprio quel giorno alla stessa ora noi due ci trovavamo nello stesso posto. Potevo non portarlo via con me? 
Sì, in effetti avrei potuto. Ma non l'ho fatto ;)


Mattino presto: piccole pozze d'acqua tutte mie. 


La mia mania di raccogliere cose, due. Quel giorno è toccato ai sassi bianchi. Solo quelli. 
Tutti gli altri salvi.

Questa barca è proprio sotto la mia casa toscana e io la vedo, quando sono lì, tutti i giorni da tanti anni. Forse più di dieci. Non ha nome. Non so se appartenga ancora a qualcuno. È vecchia, malandata, consumata. Sta lì paziente in attesa di non si sa cosa e chi. Chissà che viaggi ha fatto, quanti e quali pesci le hanno sfiorato la chiglia. Tutti i giorni la vedo e la saluto. Mi commuove quel suo stare ferma, ancorata all'asfalto di un vecchio molo. La salverei ne avessi la possibilità. Riesco ad immaginarci, in una delle mie vite parallele, salpare per un viaggio girovago che dura, di porto in porto, tutta la vita. Lei tutta aggiustata, riverniciata, piena di bandierine e con un nome proprio. Mentre tutta impettita fa quello per cui è nata: navigare.




Un pomeriggio sulla laguna - che ha sempre il suo fascino...


Adoro il rosa che colora il centro del fiore della carota selvatica.


La luce di un pomeriggio di fine estate scalda la vite americana. E siamo sempre nell'orto di mio padre. L'ha piantata lui, moltissimi anni fa.


Nella mia casa toscana, che è poi la mia casa di bambina diventata, quando ne sono uscita, la casa dei miei genitori, il pavimento è fatto di grandi mattonelle con disegni ottenuti da diversi tipi di marmo assemblati tra loro. Questi assemblamenti casuali creano una variabile quasi infinita di quadri astratti, tra i quali spiccano quelle che il nostro occhio classifica come forme conosciute. Ognuno vede le sue. Per esempio mio padre era affezionato a quella che lui definiva la vecchietta in bicicletta, mia sorella conosce una certa anatra. Io invece ho lì un discreto numero di amici in forma di facce. Questo è uno di loro. Si trova proprio nella mia camera, di fronte al mio letto. È un pensatore, credo addirittura un filosofo. Il mio caro bizzarro ironico Filosofo Nasone.


"Umana che transiti per queste vecchie scale rendi omaggio al loro Signore"


"Identificati: chi sei? Cosa rechi in dono? Sei degna di passare?"


Mhhhh... 


Il permesso è stato poi accordato e sono arrivata in cima. Dopo profondi inchini di ringraziamento. 
- Dal basso, veniva su una musica bellissima. Probabilmente i musici del Signore del luogo lo stavano intrattenendo -


La storia sta volgendo al termine. La prima foglia d'autunno - sull'albero di fico da dove avevamo iniziato, quello nell'orto di mio padre, piantato da lui - sembra una colomba. O un angelo. 
Adesso prende il volo. 


E poi c'è questa foto. Quella cui tutto ha girato attorno, quella con una storia sua che non riesco ancora a raccontare nemmeno a me stessa. È una delle storie fondamentali nella Storia - con la esse maiuscola - della mia vita. Mi stava aspettando nell'estate del 2016. Il 4 Agosto, di mattino presto.

La chiamerò: "Ciao babbo".

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

shiny counter